Capodanno 2020, tutto quello che dovete sapere per proteggere il vostro animale

buttaibotti-capodanno-2021-feed-facebook-cane

Disorientamento, paura, angoscia e – nella peggiore delle ipotesi – la morte. Ecco cosa possono comportare per i nostri animali i famigerati botti di Capodanno.

In attesa che cresca negli italiani la consapevolezza di un dramma che si rinnova ogni anno a San Silvestro, ecco un prezioso vademecum della LNDC Animal Protection.

Vi aiuterà a proteggere i vostri animali in tre situazioni diverse: se siete con lui dentro casa, se siete costretti a lasciarlo da solo, ma al riparo della vostra abitazione. Oppure se il vostro cane si trova in uno spazio aperto.

Fai che il Capodanno sia una festa anche per i nostri animali.

COSA DEVO FARE SE IL MIO CANE SI TROVA ALL’APERTO?

  1. Sistemalo in un locale chiuso che sia conosciuto, per farlo sentire al sicuro, mettendo a sua disposizione alcuni oggetti familiari, come i suoi giochi preferiti, le ciotole e qualcosa da rosicare. Fare attenzione ad eliminare tutto ciò che potrebbe ferirlo nel caso tentasse una fuga.
  2. Non tenerlo legato alla catena! Potrebbe ferirsi seriamente, con gravissime conseguenze.
  3. Non lasciarlo sul balcone: potrebbe tentare di gettarsi nel vuoto.
  4. Se vive in un box esterno, verifica che sia sufficientemente al sicuro. Fai molta attenzione, se dovesse uscire: potrebbe perdersi per sempre!
  5. Durante i botti, se possibile, vai da lui e cerca di sdrammatizzare la situazione. Eventualmente, fallo giocare. Non proteggerlo o confortarlo. E soprattutto, non dare peso alle sue ansie. Cerca di fingerti allegri. Perché se il cane vede il proprio proprietario sereno, lo sarà anche lui.
  6. Lascia qualche boccone sfizioso, quando ti allontani. Un cane spaventato non mangerebbe mai, ma la presenza del cibo potrebbe rendere più familiare l’ambiente, facendolo sentire meno solo.

COSA FARE SE IL MIO CANE DEVE RESTARE A CASA DA SOLO?

  1. Lascia le luci accese.
  2. Lascia le porte aperte.
  3. Lascia almeno due stanze a disposizione.
  4. La sua cuccia deve essere ben raggiungibile.
  5. Non lasciare degli oggetti che lo possano ferire.
  6. Cerca di impedire che si rifugi in nascondigli troppo stretti, per evitare che si ferisca nel tentativo di entrarci.
  7. Lascia liberi i soliti nascondigli.
  8. Lasciagli a disposizione i suoi giochi e qualcosa da rosicchiare.
  9. Lasciagli la ciotola dell’acqua (anche se, quando un cane è spaventato, non mangia e non beve).
  10. Cerca di minimizzare l’effetto dei botti tenendo accese radio e TV.


COSA DEVO FARE SE IL CANE È IN CASA CON ME?

  1. Informa gli ospiti sugli atteggiamenti da tenere, facendo presente che sarebbe meglio se riuscissero a rimanere passivi, lasciando a te il controllo della situazione.
  2. Se ci sono dei bambini, istruiscili opportunamente: non devono correre o eccitarlo inutilmente. È meglio se lo ignorano.
  3. Lascia le porte aperte, la sua cuccia deve essere sempre ben raggiungibile.
  4. Cerca di impedire che si rifugi in nascondigli troppo stretti, per evitare che si ferisca nel tentativo di entrarci.
  5. Nel caso in cui si nascondesse, non cercare di tirarlo fuori con la forza: deve uscire di sua iniziativa. Al massimo, raggiungilo e cerca di mantenere un comportamento che sia il più possibile rilassato e tranquillo. Se vuoi farlo uscire, chiamalo come fai di solito. Se non ubbidisce, significa che si sente più al sicuro dov’è, anche se lontano da te. In questo caso, non insistere: uscirà di sua spontanea volontà quando non sarà più spaventato.
  6. Non controllarlo. Non deve pensare di essere al centro dell’attenzione e non deve credere che ciò che sta accadendo sia rivolto solo a lui ad ogni botto. Tenere un atteggiamento allegro rendendo piacevole il contesto;
  7. Se dovesse urinare o defecare, non dargli peso. Aspetta a pulire. Non bisogna in alcun modo farlo sentire in colpa.
  8. Non costringerlo a stare accanto a te. Lascia che sia lui a individuare la propria “comfort zone”.
  9. Se cerca il contatto, accettalo. Ma non favorirlo.
  10. Se abbaia, ulula o guaisce, distrailo.
  11. Non tenere alto il volume della radio o della TV.
  12. Attenzione ai balconi aperti: possono essere visti come disperate via di fuga.
  13. Cerca di sdrammatizzare la situazione. Eventualmente, fallo giocare. Non bisogna proteggerlo o confortarlo. E soprattutto, non devi dare peso alla sua ansia.

Leggi l’appello di LNDC Animal Protection ai Sindaci.

15 dicembre 2020

Se è importante, condividi

Torna su